Cerca una persona

Organizzazione

Il Centro delle collezioni riunisce sotto un unico tetto le varie collezioni del Museo nazionale svizzero, i laboratori di conservazione e restauro, la ricerca sulla conservazione e il Centro degli oggetti. Una moderna infrastruttura consente a chi lavora al Centro di svolgere le proprie attività in condizioni ideali, mettendo la propria competenza ed esperienza al servizio della tutela delle ricche collezioni del Museo. I visitatori hanno inoltre a disposizione una sala per conferenze e alcune postazioni di lavoro.

Il Centro delle collezioni del Museo nazionale svizzero è in funzione dal 2007. Ha cambiato il modo in cui la collezione viene gestita e conservata, oltre alla modalità cooperativa del gruppo museale nel lungo periodo. È iniziata una nuova forma di cooperazione che trascende i confini dei dipartimenti e delle sedi del gruppo museale. Riunendo geograficamente i dipartimenti sotto lo stesso tetto, tutti i processi all’interno del Centro delle collezioni e del Museo nazionale potrebbero essere completamente riorganizzati e professionalizzati. L’infrastruttura architettonica, tecnica e operativa che è stata concepita, progettata e realizzata è all’origine di questa nuova era di collaborazione museale e costituisce la base di tutte le nostre attività.

 

Markus Leuthard

Direttore supplente, Amministratore del Centro delle collezioni, Membro della direzione, Responsabile Conservazione

Direzione +41 44 762 13 60 markus.leuthard@nationalmuseum.ch

Dipartimenti

Il Centro degli oggetti assicura il buon funzionamento del Centro delle collezioni, nonché l’immagazzinaggio professionale degli oggetti appartenenti al Museo nazionale svizzero. Comprende i settori: logistica degli oggetti, gestione del deposito, servizio dei prestiti, registrazione degli ogetti, stampa e spedizione, nonché lo studio fotografico.

lic. phil. | MAS ALIS Laura Mosimann

Responsabile Centro degli oggetti e archivio

Centro degli oggetti +41 44 762 13 40 laura.mosimann@nationalmuseum.ch

Il compito principale dei conservatori-restauratori del Centro delle collezioni consiste nel conservare e tutelare il più a lungo possibile gli oggetti appartenenti alle collezioni del Museo nazionale svizzero. Nell’ambito della conservazione preventiva, essi adottano misure specifiche per contrastare i processi di decadimento e proteggere gli oggetti dagli effetti dannosi prodotti dalla luce, dai parassiti, dalle variazioni climatiche e dalle sollecitazioni meccaniche. A seconda delle esigenze e delle possibilità, i conservatori-restauratori restaurano a regola d’arte gli oggetti della collezione del Museo nazionale svizzero. Valutano anche le richieste di prestito e preparano gli oggetti per le mostre interne e i prestiti per le sedi esterne. L’attenzione è focalizzata sulla produzione di montaggi e supporti degli oggetti.

A seconda della formazione, come anche delle specifiche dell’oggetto e del materiale, il processo di restauro e conservazione viene suddiviso in tre reparti, ciascuno con diverse aree specialistiche.

Markus Leuthard

Direttore supplente, Amministratore del Centro delle collezioni, Membro della direzione, Responsabile Conservazione

Direzione +41 44 762 13 60 markus.leuthard@nationalmuseum.ch

Il dipartimento di ricerca sulla conservazione si occupa delle richieste interne ed esterne di analisi dei materiali e sviluppa e perfeziona i metodi di conservazione in collaborazione con i conservatori-restauratori. L’analisi non distruttiva o mini-invasiva con diversi metodi spettroscopici (micro-XRF, assorbimento atomico, IR e micro-Raman) consente la determinazione qualitativa e quantitativa degli elementi di materiali organici e inorganici. Degli spettrometri portatili si aggiungo agli apparecchi di fissi di laboratorio. È possibile determinare la composizione di leghe metalliche, leganti, pigmenti, coloranti, gemme e pietre semipreziose, vetri, prodotti di corrosione, e prodotti di restauro.

 

Dr. Katharina Schmidt-Ott

Responsabile Laboratorio di ricerca sulla conservazione, Amministratore generale supplente del Centro delle collezioni

Ricerca conservativa +41 44 762 13 73 Katharina.Schmidt-Ott@nationalmuseum.ch

Informazioni sul Museo nazionale svizzero

L’organizzazione, i compiti e le competenze del Museo nazionale svizzero sono disciplinati dalla Legge federale del 12 giugno 2009 concernente i musei e le collezioni della Confederazione (LMC). Dall’entrata in vigore il 1° gennaio 2010, l’MNS, che comprende il Museo nazionale Zurigo, il Castello di Prangins, il Forum della storia svizzera Svitto e il Centro delle collezioni di Affoltern am Albis, è un’istituzione di diritto pubblico con una propria personalità giuridica, che si organizza in modo autonomo e tiene una propria contabilità.

Ai sensi dell’LMC, l’MNS è sottoposto alla vigilanza del Consiglio federale, che esercita la sua funzione di sorveglianza in particolare attraverso l’elezione del Consiglio del museo, l’approvazione del rapporto di gestione e la concessione del discarico al Consiglio del museo. Di regola, il Consiglio federale definisce gli obiettivi strategici dell’MNS per un periodo di quattro anni, il cui raggiungimento viene verificato annualmente.

Secondo la legge sui musei, gli organi dell’MNS sono il Consiglio del museo, la direzione e l’ufficio di revisione. Il finanziamento dell’MNS è determinato ogni quattro anni dal Parlamento attraverso il messaggio sulla cultura. L’ultimo è stato emesso alla fine del 2020 per il periodo 2021-2024.

Consiglio del museo

Ai sensi della Legge federale sui musei e le collezioni della Confederazione, il Consiglio del museo assicura l’attuazione degli obiettivi strategici fissati dal Consiglio federale e riferisce in merito alla loro realizzazione.

Seconda fila, da sinistra:

André Holenstein (membro, professore ordinario dell’Università di Berna), Sonia Abun-Nasr (membro, direttrice della Biblioteca universitaria di Berna), Stefano Stoll (membro, direttore del festival Images e curatore di esposizioni), Marie-France Meylan Krause (membro, archeologa), Tim Guldimann (presidente, politologo, diplomatico e politico), Fulvio Pelli* (membro, avvocato e notaio), Sandrine Giroud* (vicepresidente, avvocatessa), Larissa Bieler* (membro, direttrice e caporedattrice SWI swissinfo.ch, SRG SSR, Berna e membro del comitato direttivo allargato di SRG SSR, Berna).

*Membri della commissione delle finanze

Direzione

Ai sensi della legge sui musei, il Consiglio del museo nomina il direttore o la direttrice del Museo nazionale svizzero e, su richiesta del direttore o della direttrice, gli altri membri della direzione, previa approvazione del Consiglio federale. Il direttore o la direttrice è a capo della direzione, è responsabile della gestione operativa del Museo nazionale svizzero, si occupa dell’assunzione del personale e rappresenta l’istituzione all’esterno.

Da sinistra:

Helen Bieri Thomson (direttrice del Castello di Prangins), Dott.ssa Heidi Amrein (conservatrice capo), Noemi Albert (assistente di direzione), Denise Tonella (direttrice), Beat Högger (amministratore dell’esercizio museale), Barbara Meglen (assistente di direzione), Markus Leuthard (direttore supplente e amministratore del Centro delle collezioni)

* Membro della direzione
** Membro della direzione allargata

Rapporti di gestione

Ricerca